vai al contenuto principale
prostamol

A che cosa serve Prostamol è una delle domande più ricorrenti sul web che riguardano il prodotto. Si tratta di un integratore distribuito da Menarini da intendere come supplemento nutrizionale in casi di adenoma prostatico. La formula sviluppata consente di disinfiammare la prostata e promuovere il funzionamento del sistema urinario. La somministrazione delle capsule ha anche effetto sul meccanismo che porta all’alopecia androgenetica, causata dal diidrotestosterone.

 

A cosa serve Prostamol

L’ipertrofia prostatica benigna, in breve IPB, è una patologia prostatica diffusa in circa il 10% degli uomini maggiori di 40 anni. Essa si manifesta con un anomalo ingrossamento della ghiandola che porta al restringimento del canale urinario, provocando fastidio, irritazioni e bruciore.

Tra i trattamenti maggiormente richiesti per l’IPB, oltre la terapia farmacologica che prevede l’utilizzo di medicinali e le tecniche chirurgiche, c’è l’integrazione alimentare. In particolare, Prostamol è la scelta prioritaria dei medici e chirurghi che, prima di procedere con i trattamenti più “invasivi”, preferiscono alleviare la condizione del corpo mediante determinati principi attivi.

 

Prostamol serve per l’adenoma prostatico?

Un gruppo di ricerca russo si è posto l’obiettivo di verificare l’efficacia di Prostamol su un campione di pazienti affetti da adenoma prostatico. In questa ricerca, pubblicata su PubMed, hanno partecipato 100 persone, la metà delle quali ha ricevuto una dose di Prostamol al giorno per 3 anni. Ciascuna dose era composta da una capsula di 320 mg; per rendere i risultati più affidabili, alla seconda metà è stato fornito un placebo.

Dopo il periodo di terapia è stato verificato come, nel gruppo che assumeva Prostamol, i sintomi della patologia si fossero alleviati; al contrario, nel gruppo che assumeva placebo i sintomi continuavano ad esserci.

I risultati hanno inoltre dimostrato come l’assunzione di tale integratore non provocasse l’alterazione dei valori di PSA, l’indicatore di riferimento per il cancro alla prostata.

 

Prostamol fa ricrescere i capelli?

Non possiamo sicuramente classificare Prostamol come un trattamento primario per la caduta dei capelli. Al contrario di farmaci come finasteride o minoxidil, funzionali specificatamente per patologie come l’alopecia androgenetica, l’integratore in questione interagisce in maniera “lieve” con il processo di alopecia.

In particolare, Prostamol favorisce un’azione di inibizione dell’enzima 5-alfa-reduttasi dal convertire il testosterone in DHT, che a sua volta miniaturizza e fa cadere i capelli.

Tale effetto è limitato e garantito dalla presenza di Serenoa Repens (SR) nell’estratto, un principio attivo contenuto nelle bacche di una palma nana che cresce in aree tropicali.

 

Controindicazioni e avvertenze sull’integratore

Così come ogni altro integratore o farmaco, prima di assumerlo è opportuno sentire il parere di un medico competente. Infatti, a seconda delle proprie condizioni, potrebbe essere sconsigliato oppure non efficace.

Le indicazioni di dosaggio per Prostamol sono di 1 compressa molle al dì, da assumere a stomaco pieno. In caso la si assuma a stomaco vuoto, è possibile che compaia un senso di nausea.

Non sono presenti significativi effetti collaterali se non quelli legati alla sensibilità alla Serenoa Repens. Ciascuna capsula, oltre a SR, contiene acqua e glicerolo, ed è sprovvista di glutine.

L’assunzione non deve essere fatta per minori di anni 3 o ragazzi in fase pre-puberale.

Torna su
Apri la Chat
Ciao,

come posso aiutarti?